“La Beneficiaria” è una donna a cui viene assegnato un Amministratore di Sostegno (ADS).

Nel nostro caso tale “aiuto” è stato imposto nonostante la presenza di tre fratelli a cui è stato impedito di prendersi cura della propria madre, e in alcuni frangenti persino di vederla! Si tratta di una signora di ottant’anni, già vittima di maltrattamenti psicologici da parte del marito che ha praticamente perso tutto.

Tutto inizia quando la signora cade e si rompe il femore, andando a complicare il suo già delicato quadro clinico, in quanto affetta da forte depressione dovuta al complicato rapporto col marito. I tre figli allora, come sempre hanno fatto, continuano a prendersi cura della loro mamma.

Vedendosi anche costretti a chiedere al padre di assumersi le sue responsabilità. Ma vengono messi alla porta e minacciati con la pistola. Scatta la denuncia ed è la fine…

Il papà in combutta con un suo degno avvocato, scatena una guerra tra padre e figli, favorendo la nomina del giudice tutelare. E da allora i figli non hanno più potuto aiutare la loro mamma.

Segue una serie infinita di soprusi, di prevaricazioni e ruberie inqualificabili. Insomma una struttura nata per aiutare i bisognosi, finisce per umiliare e annullare qualsiasi tipo di libertà a cui, come essere umano, questa donna avrebbe diritto.

Una storia vera e documentata, scritta e pubblicata per indignarsi e per far sì che a nessuno possa più capitare una tragedia del genere.

La beneficiaria

€ 15,00Prezzo
  • Pietro Favorito, nato a Foggia, è dj e speaker radiofonico. Si occupa di spettacolo, musica e produzioni televisive. Tra queste ultime spicca Mini TV, un format per bambini dai quattro ai dodici dal quale hanno preso vita molti personaggi dei suoi libri, poi diventati simpatici puppet che porta in giro nelle scuole, nelle librerie e nei maggiori punti di ritrovo per giovanissimi lettori, al fine di intrattenerli e divertirli, oltre che sensibilizzarli su tematiche importanti come il bullismo, la sana alimentazione, il rispetto dell'avversario nello sport, il razzismo, e tante altre. Risale invece a settembre 2014 la prima pubblicazione di un suo fumetto per bambini "Se casco senza casco sono caschi miei", realizzato in collaborazione con Striscia la notizia e Unicef, con il patrocinio del MIUR. Tra il 2015 e il 2016 per Edizioni Anordest pubblica diversi libri per bambini e ragazzi: “Elfio e i Satanelli”, "Elfio e il castello di Bardi", “L’industria del male”, "Una grande avventura con la frutta e la verdura", e "Bulli della rete".

  • Formato:    

    Interno:       

    Pagine:       

    SBN: