...All’inizio del 1938, Mussolini si rese conto che i provvedimenti razzisti già emanati e quelli che pensava di emanare successivamente avevano bisogno di un quadro teorico più articolato.
Per questo il 24 giugno 1938 incaricò l’antropologo Guido Landra di redigere una specie di decalogo del razzismo fascista.
Il testo dello studioso apparve in forma anonima il 14 luglio 1938 sul Giornale d’Italia con il titolo “Il fascismo e i problemi della razza”.
Il documento è noto anche come “Manifesto degli scienziati razzisti” o “Manifesto della razza”...
 

Il libro è liberamente ispirato alla vera storia di Fiammetta, Bruno e Renato Moscato, deportati da Fossoli ad Auschwitz perchè ebrei.

 

All’interno QR code per i video

 
 

MANIFESTO DELLA RAZZA

€ 9,90Prezzo
  •